More Videos...


La prima Impreza (Subaru) non si scorda mai | Quell'affare è un affare (4° puntata)
Con le giapponesi la nostra officina si è sempre trovata bene. Lo abbiamo visto nella puntata precedente, col RAV 4, anche se - ci hanno detto - avrebbero preferito qualcosa di più "basso e potente". Detto, fatto. In questo episodio Tommaso ha acquistato una Impreza Plus che di fascino e sportività ne ha da vendere, ma che per potersi scatenare di nuovo con Andrea dovrà essere s-Pupazzata non poco da Carlo e Davide! Chi si divertirà di più tra tutti? [Per saperne di più: http://www.omniauto.it/archivio/dossier/quell-affare-e-un-affare ] Gli altri episodi #Anteprima| http://www.omniauto.it/magazine/27735/quell-affare-automobile-it- #1 Missione Fiat 500! | http://www.omniauto.it/magazine/28179/fiat-500-quellaffare-e-un-affare #2 Youngtimer BMW E30! | http://www.omniauto.it/magazine/28295/youngtimer-bmw-affare-usato-puntata-2 #3 A caccia di SUV! | http://www.omniauto.it/magazine/28611/quellaffare-affare-toyota-rav-4-punta ta-3 #4 La prima Impreza (Subaru) non si scorda mai | http://www.omniauto.it/magazine/28849/quellaffare-affare-subaru-impreza-wrx -puntata-4 #5 Dalla Golf al gran finale: Duetto! | http://www.omniauto.it/magazine/29089/quellaffare-e-unaffare-alfa-romeo-due tto-puntata-5 Iscriviti al canale: http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=omniauto Facebook: http://www.facebook.com/omniauto Twitter: https://twitter.com/omniauto CREDITS Servizio di: OmniAuto.it Editing: Corrado De Bonis Produzione: Edimotive





Il Viaggio in Subaru Baracca (intero) - Tel chi el telun
Il Viaggio da Milano a Pizzo Calabro in Subaru Baracca, con Aldo Giovanni e Giacomo, in versione integrale. Guarda gli altri video da "Tel chi el telun": http://bit.ly/1buMGXe YOUTUBE: http://bit.ly/YouTubeAGG FACEBOOK: http://bit.ly/FaceAGG Google+: http://bit.ly/GoogleAGG





Lancia Delta EVOLUZIONE turbo integrale... engine sound
Lancia Delta EVOLUZIONE turbo integrale 1992 Giallo Ferrari





7° Rally Legend 2009 Show!!!
RALLYLEGEND 2009: IL SIGILLO DI KANKKUNEN E GRONHOLM JUHA KANKKUNEN (TOYOTA CELICA ST 185) VINCITORE DEL 7° RALLYLEGEND, MARCUS GRONHOLM (PEUGEOT 206 WRC) PRIMO NEL TROFEO WORLD RALLY CAR INTITOLATO A MASSIMO ERCOLANI: E UN GRANDE RALLYLEGEND QUELLO CHE SI CONSEGNA AGLI ARCHIVI, CON UN SUCCESSO SENZA PRECEDENTI DI CAMPIONI, PUBBLICO E INTERESSE DEI MEDIA DI TUTTA EUROPA. Repubblica di San Marino. Rallylegend numero sette va in archivio con il sigillo prestigioso di due grandi campioni. Juha Kankkunen, quattro volte iridato rally, ha dominato la gara riservata alle più belle auto storiche da rally in circolazione con la Toyota Celica St 185 e Juha Repo alle note. Marcus Gronholm, due titoli mondiali piloti in bacheca, ha comandato fin dal via la classifica del Trofeo World Rally Car, intitolato alla memoria del campione sammarinese Massimo Ercolani. LAlbo dOro di Rallylegend si arricchisce cosi del nome di due giganti del rallismo mondiale e suggella una edizione dellevento, con base nella Repubblica di San Marino, di grandissimo spessore. Ma è lintero podio di Rallylegend 2009 ad essere importante. Dietro a Kankkunen, che ha recuperato nel giro di sei prove speciali il gap penalty assegnato alle vetture a trazione integrale post 1986, al posto donore si è infatti piazzato Andrea Aghini, il campione livornese vincitore di un Sanremo 1989, in cui duellò proprio con KKK. Con una Delta Integrale vestita Martini e Lorenzo Granai a Fianco, Ago ha cercato di vincere, al debutto al Legend, ma il suo tentativo è stato frustrato da un problema al cambio nel finale di gara. A chiudere il podio di questo scintillante Rallylegend è andato il primo degli equipaggi sammarinesi, quello composto da Marcello Colombini e Andrea Canini, veloci e spettacolari con una Lancia Delta Integrale, festeggiati sul palco anche da Alex De Angelis, uno dei grandi protagonisti della MotoGp, qui al Legend in veste di apripista. Nel 1° Legend Wrc Event, riservato alle World Rally Car, Marcus Gronholm ha impiegato poco tempo a riprendere i meccanismi di guida della vettura che ha fatto vincere nel Mondiale come pilota ufficiale. Con la Peugeot 206 Wrc messagli a disposizione dalla Rb Motorsport e alle note Timo Jaakkola, suo navigatore degli inizi carriera, il campione finlandese ha vinto tutte le speciali dei due giorni di gara, anche quelle sotto il diluvio del primo giorno, vincendo con distacco. Alle sue spalle hanno battagliato altri due campioni di rango. Alla fine ha predominato Piero Liatti, campione biellese già pilota ufficiale Subaru nel Mondiale rally, in coppia con Vanda Geninatti a bordo della Subaru Impreza Wrc, che ha preceduto Fabrizio Tabaton, con la Toyota Corolla Wrc, che ha ritrovato alle note Luciano Tedeschini, navigatore dei titoli europei ed italiani.




Follow